faedis.jpg
 
Il capoluogo, il cui nome deriva da "fagetum" (bosco di faggi), ha origine antica, essendo già menzionato intorno all'anno Mille.
Faedis, immerso nel verde, colpisce i suoi visitatori con l'antico fascino medievale;
A piedi,attraverso i sentieri segnalati nei boschi, è possibile raggiungere i castelli di Zucco e di Cuccagna.

Merita sicuramente una visita, la trecentesca chiesa della Madonna in Castello e nel silenzio della vallata è possibile ammirare l'affresco della Madonna del Latte.
Partendo dalla frazione di Sant'Anastasia, numerosi sono i percorsi panoramici tra le valli e i castelli fino a raggiungere le malghe.

Oggi è una rinomata zona di produzione vitivinicola che ha come prodotto di punta il Refosco: un antico vitigno dal colore rubino intenso e dal sapore fruttato. Molte cantine offrono ospitalità per visite e degustazioni.